Osafune Nagamori

Soden-Bizen katana

Osafune Nagamori, Juyo token

Periodo Nanbokucho (1334-1392) Circa 1360
Non firmata, Osafune Nagamori
NBTHK Juyo Token (Sessione nr. 59) 

Nagasa [lunghezza]: 69,5 cm
Motohaba: 2,9 cm, sakihaba: 2,1 cm
Sori: 1,8 cm
Sugata [configurazione]: shinogi-zukuri, tori-zori, iori-mune, chu-kissaki (3,9 cm)
Kitae [motivo della forgiatura]: itame misto a mokume, numerosi piccoli jinie e chikei, utsuri
Hamon [linea di tempra]: più ampio nella parte superiore; koshi-no-hirata misto a fukushiki-o-gunome e choji gunomeashiyo misto a tobiyaki, leggero yubashiriko-nie, luminoso nioiguchi con kinsuji e sunagashi
Boshi [punta]: midare-komi, maruku-asaku (tondo, poco profondo) kaeru; yubashiri nel lato ura
Horimono: bo-hi su entrambiilati
Nakago [codolo]: o-suriage, kiri yasurime; due mekugi-ana e uno parziale sul nakago jiri
Origami: la spada ha un certificato Juyo token (spada importante) rilasciato  dalla Nihon Bijutsu Token Hozon Kyokai.

Koshirae: La lama è dotata di un koshirae formale di tipo Higo.  La tsuba è certificata dal NBTHK hozon tosogu come Nishigaki.

Le spade Bizen prodotte durante il periodo Nanbokucho vengono chiamate Soden-Bizen. Sia Chogi che Kanemitsu fanno parte dei Masamune Juttetsu (i dieci celebri studenti di Masamune) e sono considerati tra i migliori fabbri di Bizen del periodo. Tra il 1324 e il 1375 sono documentate le spade di Chogi e dei suoi cinque studenti (Chogi II, Nagatsuma, Nagamori, Nagasaki e Nagatsuna). Le opere più rare sono quelle di Nagamori; fu contemporaneo di Chogi e utilizzò uno stile molto simile al suo che fu estremamente rispettato dal maestro. Produsse principalmente tachi (per lo più accorciate a katana, quindi, non firmate come in questo caso), tanto e naginata. Le katana superstiti sono poche e rare; questa in particolare è considerata una delle sue opere migliori. 

Tra gli spadai Soden-Bizen, i lavori di Choi e dei suoi allievi mostrano alcune caratteristiche distintive appartenenti alla tradizione; in questa spada possono essere osservate quasi tutte: il sugata è ampio e potente, il sori è poco profondo e il kasane  spesso, con un leggero hira-niku. L’acciaio ha la tendenza ad essere morbido e lavorato in un itame-hada mischiato a mokume. La grana è fitta e densa con nie che formano chikei, una lavorazione molto difficile da ottenere nel soffice acciaio di Bizen. A volte può essere presente un utsuri, molto leggero nel caso di questa spada, ma non si tratta di una caratteristica comune. Lo hamon generalmente con o-midare mischiato a choji-midare, è ampio e raffinato, solitamente in nioi deki, come è tipico dello stile Bizen, ma anche con la presenza di abbondante nie. All’interno dello ha si trovano numerosi ashi e yo e in spade ricche di nie come questa, le attività creano sunagashiinazuma e kinsuji. Il boshi è lungo e potente come è tipico delle opere del periodo Nanbokucho.

Koshirae:
La spada include un Higo koshirae di buon livello. La tsuba è certificata NBTHK hozon tosogu come Nishigaki.

 

Katana in vendita. Prezzo su richiesta. Numero di inventario: tok-1117

Richiedi informazioni su questo prodotto

Compila il form sottostante ed invia la tua richiesta.
Sarai ricontattato al più presto.

 

Copyright © 2016 - giuseppe piva - Partita IVA:  05104180962