Tachi Oei-Bizen Yasunaga

Circa 1400

Firmata "Yasunaga" (康永)

Periodo Muromachi (1392-1573) Circa 1400
NBTHK Juyo Token (Sessione nr. 45) 

Nagasa [lunghezza]: 71,1 cm
Motohaba: 2,9 cm, sakihaba: 1,8 cm
Sori [curvatura]:1,3 cm
Sugata [configurazione]: shinogi-zukuri, tori-zori, iori-mune, chu-kissaki (3,4 cm)
Kitae [motivo della forgiatura]: itame misto a mokume, numerosi piccoli jinie e chikei, midare utsuri
Hamon [linea di tempra]: in nioi deki con konie; choji misto a gunome e togariba con ashi e yō
Boshi [punta]: gunome con komaru
Nakago [codolo]: suriage, saki asai ha agari kurijiri, katte sagari yasurime; quattro mekugi-ana (due riempiti); 
Tachi mei [firma]: Yasunaga 
Origami: la spada ha un certificato Juyō tōken (spada importante) rilasciato  dalla Nihon Bijutsu Token Hozon Kyokai. 
Koshirae: La lama è dotata di un formale koshirae uchigatana con tutti gli elementi in metallo e  l’interno decorato con kirimon.

Provenienza:
Kishu Tokugawa amministratore di Yamaguchi Tanba no Kami  collezione del Conte Ito Miyoji 

Bibliografia:
C. Imamura, Imamura Oshigata, 1927, p. 51
Tōken kenkyū, 1930, p. 36
H. Koizumi, Nihontō no kindai-teki Kenkyu, 1969, p. 82
N. Kawaguchi, Shintō Kotō Taikan, 1972, p. 206

Per Oei-Bizen si intende generalmente la produzione di spade dei fabbri Osafune durante l’era Oei (1394-1428). I più grandi spadai di questo periodo sono chiamati gli “Oei no san-Mitsu” dato che tutti i loro nomi finiscono con lo stesso kanji Morimitsu, Yasumitsu e Moromitsu. Yasunaga era figlio di Yasumitsu e il suo stile non è distinguibile da quello del padre in quanto i due hanno sempre lavorato insieme utilizzano una tecnica comune chiamata  daisaku o daimei  a seconda se il maestro aggiungeva la sua firma di suo pugno o se invece veniva firmata direttamente dall’allievo.
Le Yasunaga sono estremamente rare,  questa lama infatti, è stata pubblicata in vari libri di riferimento. Le caratteristiche di questa spada sono quelle tipiche di Yasumitsu e lo hada è un misto di itame e mokume, mentre lo hamon varia da choji a midare con una prevalenza di nioi e molto spazio tra le onde del midare. L’area del monouchi è più tranquilla del resto, dove in qualche punto la forma dello hamon è sakagakari.

La spada viene da una delle più grandi collezioni giapponesi: il conte Ito Miyoji, che ha iscritto la shirasaya, era un funzionario del governo e statista; fece parte della stesura della Costituzione Meiji e venne ricoperto da importanti incarichi, tra cui il segretario alla presidenza del Consiglio, ministro, etc.

 

Nr. Inventario: 1759

Vedi tutte le spade disponibili

Richiedi informazioni su questo prodotto

Compila il form sottostante ed invia la tua richiesta.
Sarai ricontattato al più presto.

 

Copyright © 2016 - giuseppe piva - Partita IVA:  05104180962